PLENTINESS MEETS Padma
Plentiness meets Padma
Ph by Padma

PLENTINESS MEETS è un nuovo spazio dedicato alla conoscenza di progetti impegnati, come noi, nell’esplorare la bellezza inside-out. 
Amici, muse, amici di amici e ancora icone o incontri fortuiti si raccontano, attraverso la personale ricerca dell’armonia mente – corpo, in conversazioni informali. 

PLENTINESS MEETS è un invito al narrarsi, esplorando quell’attitudine a uno stile di vita consapevole, teso all’equilibrio, ma vissuto in chiave contemporanea.
Ogni appuntamento metterà in luce diversi aspetti dei nostri valori attraverso le parole e l’approccio dell’interlocutore in un dialogo accompagnato – come ogni invito che si rispetti – da una sola regola: salutarsi lasciando un dono, un talismano che ci accompagnerà nella narrazione.

In questo primo appuntamento, PLENTINESS MEETS… Padma.

Gli incontri “per caso” (ma molto magici) ci sono sempre piaciuti.
Accomodarsi in un luogo del cuore e, nel brusio mattutino, distinguere una canzone che risuona tra ricordi e nuove emozioni. Alle note in sottofondo si intreccia una conversazione su valori condivisi e progetti futuri con Prisca, founder di Padma.

Padma è un luogo nato per esplorarsi.
Un contenitore digitale, un diario travestito da ezine, con poco più di un anno. Che sia selvaggia, emotiva, spirituale o creativa è una ricerca che non sempre riconosciamo nella quotidianità; quando la percepiamo, è lì che occorre fermarsi e raccoglierne ogni stimolo.

Padma nasce così.

Nessuno schema da seguire: è una spinta che può giungere da una sensazione, che puoi riconoscere dopo aver visitato un luogo lontano, recitato un mantra, bruciato un’incenso o praticato un rituale.
É un viaggio interiore che necessita di un’agenda dove annotare, custodire, ritrovare.

Ph by Padma

Celebrare la partenza, onorare il ritorno.
Dopo mesi dal tuo rientro, la tua mente distratta ti chiederà di ritornare lì, di rivivere quel viaggio, è in quel momento che deciderai di riunire tutti i tuoi souvenir. Ripercorri così le tappe che hanno composto quell’esperienza.

Prima fermata: le persone. Quelle che ami, che ti hanno salutato, riempito gli consigli su cosa vedere-assaggiare-visitare-fotografare ma sopratutto riabbracciato al tuo rientro, le conoscenze fatte lungo il tragitto, che hanno scandito le tue giornate e accompagnato in luoghi non convenzionalmente citati in guide turistiche.

Prisca ci spiega che senza le persone e la loro esperienza, condivisione ed energia Padma non sarebbe quello che è oggi.

È il risultato di connessioni che prendono forma attraverso parole e immagini in uno spazio fatto da tante mani.

Dietro questo progetto c’è lei, parte dal suo viaggio che diventa corale, perché è fondamentale che tutto venga trattato al plurale.

Anche se il percorso è introspettivo, tutto passa attraverso i sensi. Riassaporare pietanze e bevande, fermarsi dinanzi a fotografie che per mesi hai aspettato a far sviluppare.

Così nasce la voglia di usare scatti in analogico. Biglietti di musei e di tour. Card con contatti. Foglie e fiori per rapire i profumi del luogo. Suoni, tantissimi. Suoni della natura, suoni come musica, come cantato. Ogni traccia sonora è una tappa.

Ph by Padma

Iniziamo a conversare sulla potenza della musica, su come possa attivare processi e come possa tradurre il pensiero che ci avvicina al suo progetto:

La bellezza come equilibrio interiore, l’equilibrio estetico come bellezza.”

Prisca ci mostra come, attraverso la musica, voglia tradurre quelli che sono i principi che descrivono la narrazione di Padma: natura – viaggio – equilibrio.

La natura come dimensione natale, primordiale, come mezzo per contemplare, il viaggio come percorso da compiere, l’equilibrio come amuleto da preservare.

Nel feed di @thisispadma si intrecciano storie che si muovono su una linea temporale ampissima: da leggende indiane, miti arcaici legati al significato di fiori, pratiche meditative fino a voci della musica contemporanea.

Ph by Padma

É come far convivere nella stessa stanza rituali antichi e attuali: praticare lo smudging ceremony mentre le tue casse trasmettono voci come Fka Twigs, Solange, Lafawdah, Kelsey Lu, Rosalia, e ancora Joan Thiele, Ginevra, o Alice Phoebe Lou.

Senza rendercene conto lo scambio è fatto. La sua passione per i riti – celebrare la Luna e le sue fasi, il dry brushing, il sacchetto con i cristalli e gli oli essenziali sempre in borsa – ci richiama alla mente il profumo della nostra Salvia Bianca (Salvia apiana). Le sue ragazze sonore, invece, si radunano in una playlist firmata Padma e cantano della nostra etica: vivere in modo consapevole con un’attitudine contemporanea.

Scopri la playlist This is Plentiness.

Share this post

CERCA IN TUTTE LE CATEGORIE

Carrello

Nessun prodotto nel carrello.