Inflammageing: cos’è e come può incidere sulla salute della tua pelle

Inflammageing: cos’è e come può incidere sulla salute della tua pelle

Inflammageing è un termine che sta facendosi sempre più strada in ambito di medicina preventiva e dermatologica. Questa parola nasce dalla fusione di due termini inglesi: inflammation (infiammazione) e ageing (invecchiamento).

inflammageing rosa
Ph. Gaspar Uhas

Cos’è l’inflammageing o inflammaging?

Questa definizione circola in ambiente medico e scientifico sin dal 2.000, quando è stata ufficialmente introdotta dall’immunologo Claudio Franceschi.

Con il termine inflammageing, da lui coniato, si definisce il legame che connetterebbe uno stato di infiammazione cronica dell’organismo con i meccanismi di invecchiamento (che include anche i tessuti e la pelle).

L’infiammazione acuta è un fenomeno di difesa importantissimo del nostro corpo che si attiva quando entriamo in contatto con agenti patogeni esterni o in caso di eventi traumatici. Superato il “problema”, l’infiammazione rientra senza conseguenza negative sull’organismo. Se però lo stato di infiammazione persiste e diventa cronico è difficile diagnosticarlo tempestivamente perché non manifesta sintomi evidenti. Il problema è che da progressivamente vita a effetti negativi su tutto l’organismo, andando a interessare dagli organi ai tessuti.

Quali sono le cause dell’inflammageing?

La risposta è: un mix di fattori esterni ed interni.

Per quanto riguarda quelli esterni, l’aggressione degli agenti ambientali come freddo o calore estremi, vento, raggi UV e inquinamento. Ma anche l’esposizione a sostanze chimiche irritanti.

Le più comuni cause interne sono principalmente influenzate dallo stile di vita contemporaneo:

  • stress fisico ed emotivo
  • dieta poco equilibrata, ricca di zuccheri raffinati e grassi polinsaturi
  • fumo
  • eccesso di alcol
  • insonnia
  • sedentarietà
  • squilibrio intestinale

Quali sono i suoi effetti sulla pelle?

Uno stato infiammatorio costante può accelerare i processi d’invecchiamento. Come? riducendo la produzione di collagene e inibendo la capacità delle cellule di rinnovarsi e ripararsi.

Se la tua pelle è infiammata, secca, disidratata, inspessita e spenta potrebbe esserne interessata. Anche alcune condizioni cutanee possono essere una spia del problema, in particolare acne, eczema, psoriasi e rosacea.

Consigli per tenere a bada l’inflammageing

Se vuoi prevenire o agire sull’infiammazione cronica puoi cominciare da piccoli miglioramenti al tuo stile di vita, cominciando dalla gestione dello stress e dal sonno.

Ecco alcuni modi che ti aiuteranno con l’inflammaging e – in generale – migliorando il tuo stato di benessere psico-fisico.

Segui un’alimentazione equilibrata

Certo, sembra banale, ma non lo è. La mancanza di varietà ed equilibrio nell’alimentazione può spesso significare mancanza di macro e micro nutrienti essenziali. Una dieta “povera” di nutrienti e ricca di zuccheri raffinati o grassi polinsaturi non è mai una buona idea.

Il cibo che mangiamo può essere la miccia per diversi meccanismi causa di infiammazione come livelli elevati di insulina, squilibri ormonali, compromissione della salute intestinale.

Assicurati di includere nei tuoi pasti cibi ricchi di antiossidanti, grassi “buoni” come gli Omega 3, Vitamine.

Limita il consumo di alimenti molto processati, dolci confezionati, carboidrati raffinati come pasta, pane e riso bianco.

Arricchisci la tua dieta con cibi e integratori ad hoc

Gli Omega 3 sono molto efficaci contro l’infiammazione e sono un tipo di grassi essenziali per supportare la pelle in caso di acne.

Curcuma, Zenzero e Zafferano sono particolarmente ricchi di sostanze antinfiammatorie e pro-ageing.

Noi ti suggeriamo di cominciare (o chiudere) la tua giornata con un Golden Mylk, facilissimo da preparare con le miscele a base di curcuma e adattogeni di Wunder Workshop.

Dopo pranzo e durante la giornata, skippa qualche caffè sostituendolo con un infuso di zenzero. La nostra ricetta è semplicissima: servono solo acqua e zenzero fresco. Affetta un po’ di zenzero e mettilo a bollire con l’acqua. Spegni e lascia riposare per un paio di minuti. Metti in una tazza altre 2-3 fettine di zenzero fresco e versaci sopra l’infuso. Puoi aggiungere un cucchiaino di Miele di Manuka per un boost antinfiammatorio che supporta anche il sistema immunitario.

Scegli un integratore che combini il meglio di ingredienti antinfiammatori e antiossidanti, specifico per dare benefici alla pelle come Ultra Glow Beauty Food – Integratore pelle luminosa di Lerève. Contiene Coenzima Q10, Zafferano e vitamine C ed E che contrastano efficacemente lo stress ossidativo riducendo la presenza di radicali liberi oltre a licopene e luteina che rafforzano la barriera cutanea e la rendono più resistente alla luce blu (HEV) dei tuoi dispositivi elettronici. 

Scegli prodotti skincare ricchi di antiossidanti

Proteggi la pelle dalle aggressioni esterne includendo nella tua routine dei prodotti che contengano ingredienti come Vitamina C, Resveratrolo, estratto di Rosmarino, Omega 3, Niacinamide.

Non far passare un giorno senza aver applicato sul viso una protezione Spf.

Concentrati su pochi prodotti, molto lenitivi e calmanti.

Evita esfolianti fisici (come gli scrub) e preferisci acidi gentili come quello lattico.

Valuta i benefici della luce LED: la luce rossa e blu possono essere molto benefiche per la pelle infiammata e oggi ci sono accessori per uso domestico facili da utilizzare e molto efficaci.

Share this post

CERCA IN TUTTE LE CATEGORIE

Carrello

Nessun prodotto nel carrello.