Plentiness meets: Susanne Manasi Persson

Plentiness meets: Susanne Manasi Persson

Susanne Manasi Persson è la fondatrice di Manasi 7, un make up brand “naturale” fondato a Stoccolma nel 2018.

Manasi 7 offre una Collezione di prodotti per il trucco a base di ingredienti di origine naturale e bio, minimamente processati. La Collezione è una vera e propria festa per gli occhi grazie alla sua varietà di colori ricchi, intensi e sofisticati. Una linea naturale, pura ed essenziale prodotta in modo sostenibile che offre prodotti senza tempo, multifunzionali e benefici per la pelle. 

Abbiamo chiesto a Susanne di rispondere ad alcune domande per farci conoscere meglio lei ed il suo progetto. Ecco cosa ci ha raccontato.

Plentiness Meets Susanne Manasi Persson

Plentiness meets Susanne Manasi Persson

Plentiness: Il make up è un mezzo di espressione personale che ci permette di scegliere come vogliamo che il mondo ci veda. È uno strumento per attribuire nuovi significati alle caratteristiche uniche del nostro volto e della nostra pelle. Un modo potente per narrare noi stess* attraverso luce e colore, come nel caso della pittura. Cosa significa per Manasi 7 esprimere autenticità e comunicare la propria individualità?

Susanne Manasi Persson: Credo fortemente nel potere della personalizzazione e nell’importanza della libera espressione di sé ma anche nella trasparenza verso il consumatore. L’approccio al make up dovrebbe essere semplice, intuitivo, giocoso. Dedicato a sottolineare, enfatizzare, valorizzare la naturale bellezza che risiede in ogni persona per mostrarne il “lato migliore”.

I prodotti

Parliamo del fondotinta Skin Enhancer. Eburnean, Sarcoline, Beechwood, Jamocha: 4 tonalità per infinite possibilità. Manasi 7 è uno dei brands di cosmesi più inclusivi di oggi: qual è la sua posizione in merito a uguaglianza, pregiudizi impliciti e bias culturali?

Susanne Manasi Persson: Sono una make up artist e una donna di colore. Ritengo importantissimo rispondere alle esigenze di ogni pelle e di ogni carnagione. Manasi 7 è un brand minimalista e indipendente. Quando abbiamo cominciato abbiamo cercato di trovare le soluzioni migliori e più versatili nonostante limiti di sviluppo e di budget. Ho voluto sin dagli inizi che la mia collezione comprendesse una tavolozza di tonalità adatte a tutte le carnagioni, dalle più chiare a quelle più scure, sia per i fondotinta (Skin Enhancers) che per i colori multiuso (All Over Colours, Strobelighter, etc).

Per quanto riguarda gli Skin Enhancers sono partita da tre tonalità base: una medio-chiara, una beige scuro e una bianca. Per creare il match perfetto mi è sempre bastato lavorare sul mix di due toni. Normalmente, la tonalità di incarnato cambia di stagione in stagione e ogni viso ha aree più scure in corrispondenza della fronte rispetto a guance e zigomi, rendendo comunque necessario l’uso di almeno due tonalità per garantire un match quanto più naturale e perfetto. Grazie ai prodotti che compongono la mia collezione, questo risultato può essere facilmente raggiunto semplicemente scegliendo una delle sfumature base e combinandola con Eburnean (per schiarire) oppure con Jamocha (per scurire).

Ph. by Manasi 7

Il Manifesto di Susanne Manasi Persson

P: Cosa ha ispirato la Declaration of 7, manifesto di Manasi 7? E’ difficile vivere e lavorare in linea ad essa? In un mondo in cui “etico” è ancora piuttosto insolito, pensi che questo modo di fare business dovrebbe diventare la norma? E se sì, cosa pensi possa velocizzare questo processo di rivoluzione produttiva?

Susanne Manasi Persson: La Declaration of 7 è un’estensione diretta del mio modo di vivere e di pensare. Cerco quotidianamente di supportare le piccole realtà locali così come mi impegno nell’acquistare e consumare prodotti biologici. Le “mie” parole chiave sono piccolo, locale, biologico ed ecosostenibile. Ma non è sempre facile.

Pensiamo al cibo. L’offerta di prodotti bio e provenienti da realtà locali è piuttosto limitata perché la maggior parte delle sovvenzioni agricole da parte del governo va agli agricoltori convenzionali e non al biologico. Questo significa che gli agricoltori biologici non possono competere con i prezzi offerti dagli agricoltori convenzionali. Quando faccio la spesa, seguo un ordine specifico. La cosa più importante per me è comprare e mangiare cibi sani e funzionali. Ho tagliato il consumo di zucchero, cereali raffinati, grassi e latticini lavorati. Consumo latticini come burro e formaggio solo se prodotti da animali alimentati ad erba.

Credo che queste scelte dovrebbero diventare la norma e non vedo alcuna ragione per cui non dovrebbe essere così.

Penso che sia i produttori, sia l’industria, sia i consumatori debbano fare scelte attive e sostenere il biologico ma anche le piccole produzioni locali. Manasi 7 era nella mia testa già nel 2010 ma era ancora molto difficile trovare produttori di make up a base di ingredienti naturali biologici in piccole quantità. Semplicemente non erano interessati a quel tipo di produzione. È ancora difficile reperire fornitori di imballaggi in questo settore, in quanto di solito hanno quantità minime dai numeri esorbitanti, cosa che sicuramente non consente né un livello di produzione sostenibile né tantomeno supporta le piccole imprese.

Una nuova idea di Make Up

Manasi 7 propone una nuova idea di make-up. Ci piace che la collezione sia personalizzabile, inclusiva, artsy, stratificabile, facile, veloce, intuitiva ma anche che si prenda cura della pelle. L’approccio innovativo dei tuoi prodotti potrebbe essere leggermente intimidatorio in un primo momento, soprattutto per chi ha utilizzato prodotti “tradizionali” per il trucco da sempre. Qual è il tuo suggerimento per iniziare con Manasi 7?

Susanne Manasi Persson: Consiglio di cominciare con uno dei nostri All over Colours che stupiscono sempre tutti per l’estrema facilità di utilizzo. Questi colori sono disponibili in 15 (presto 16) diverse tonalità che vanno dai neutri chiarissimi al viola profondo. Sono perfetti da utilizzare su occhi, guance e labbra semplicemente picchiettandone una piccola quantità sulla pelle per un effetto molto naturale oppure aggiungendone più strati per un effetto più intenso. Consiglio sempre di mettere pochissimo prodotto sul dorso della mano e di mescolarlo con un dito per ammorbidirlo prima di procedere con l’applicazione.

Come definiresti l’espressione “skincare-makeup” e come Manasi 7 si identifica in questa definizione?

Susanne Manasi Persson: La maggior parte delle nostre formule sono a base oli naturali e biologici, burri e cere benefici per la pelle. Per il colore, le arricchiamo con polveri minerali e pigmenti, ottenendo prodotti ibridi che curano mentre aggiungono colore e luce.

Cosa pensi della definizione “clean beauty” e pensi che Manasi 7 possa definirsi un esempio di “clean make up”?

Susanne Manasi Persson: In realtà non uso mai la parola “clean” quando descrivo la mia collezione. Questo perché di per se’, la parola “clean”, può dire tutto e nulla. Da tempo sviluppo prodotti efficaci e di alta qualità, realizzati con ingredienti biologici naturali, raccolti in natura e certificati. Per me questo equivale a sano, consapevole e sostenibile che sono i valori in cui credo e mi identifico in modo più concreto. 

La sostenibilità

P: Uno dei nostri valori principali è proprio la sostenibilità, sia etica che ambientale. Come Manasi7 riflette ed incarna questa tematica così cruciale?

Susanne Manasi Persson: I nostri prodotti utilizzano lo standard biologico COSMOS. Seguiamo alcune semplici regole governate dai principi di prevenzione e sicurezza a tutti i livelli della catena dalla produzione, delle materie prime alla distribuzione dei prodotti finiti.

  • Rispetto e conservazione della biodiversità;
  • Utilizzo responsabile delle risorse naturali e rispetto dell’ambiente;
  • Processi di lavorazione e manifattura a basso impatto rispettosi della salute umana e dell’ambiente;
  • Ingredienti minerali con chiare norme ambientali nel loro utilizzo e nella successiva lavorazione;
  • Utilizzo di agro-ingredienti lavorati a mano (PPAI);
  • Utilizzo di agro-ingredienti chimicamente lavorati (CPAI) certificati attraverso l’utilizzo di materie prime biologiche agricole e processi di produzione autorizzati dagli standard biologici COSMOS;
  • Piano di gestione ambientale che include un protocollo per lo smaltimento dei rifiuti mirato a ridurre, riutilizzare, riciclare i prodotti di scarto in modo efficiente e razionale;
  • Produzione in Europa attraverso una filiera di fornitori praticano commercio equo-solidale o fair trade, elargendo salari equi per i loro lavoratori e garantendo un posto di lavoro sicuro.
Share this post

CERCA IN TUTTE LE CATEGORIE

Carrello

Nessun prodotto nel carrello.

preloader